Matrici

Set Manifestazione Grande da ambienti, studi olistici, negozi e aziende

Matrici Orgoniche per la trasformazione delle programmazioni limitanti e la trasformazione dei blocchi e degli ostacoli

COSA SONO LE MATRICI? 

Le matrici SONO DISPOSITIVI ENERGETICI, non sono amuleti o pietre singole ma sono un insieme di vari elementi tra cui cristalli, essenze alchemiche e spagiriche, oro, argento e una serie di altri materiali assemblati e costruite appositamente per diventare un dispositivo energetico capace di lavorare a tutti i livelli: fisico, emozionale, spirituale e agire sulle nostre memorie, programmazioni limitanti, traumi, blocchi e tutto quanto ci sta limitando dal raggiungere i nostri obiettivi a livello inconscio


Sono basate inizialmente dalle ricerche del padre della bioenergetica Wilhelm Reich, e da studi molto successivi di altri ricercatori sia russi che americani. 

Non sono semplice orgonite, solo il materiale di base che viene usato è di orgonite, ma per lavorare sulle convinzioni limitanti la sola orgonite non basta. 

Lavorano per risonanza, nel senso che “ci obbligano” a rispondere alle loro frequenze oscillatorie, facendo in modo così da farci lavorare su differenti tematiche.

Quando teniamo delle matrici addosso la frequenza elettromagnetica delle nostre cellule viene ‘stimolata’ ad entrare in risonanza con le frequenze emesse dalla matrice stessa in base al suo contenuto, le essenze alchemiche e spagiriche, e a farci così lavorare su differenti tematiche, che man mano andiamo ad elaborare e cambiare usando differenti matrici e differenti combinazioni. 


Le possiamo considerare come ‘comandi in forma solida’ che ci fanno lavorare costantemente su una determinata tematica e ho avuto modo di verificare grandi risultati addirittura in persone che le usano senza aggiungere scavi o altre modalità di lavoro.

Cosa è un comando?

È un’istruzione specifica che diamo all’Universo perché possa aiutarci a ritornare 

co-creatori della nostra realtà, scegliendo cosa desideriamo nella nostra vita e andando a scoprire, per risolvere e cambiare, le ragioni per cui quelle cose ancora non le stiamo vivendo. Il principio della modalità conosciuta come ThetaHealing®.

Nel corso degli ultimi mesi sono stata informata che una persona che le usa si è recata per una visita da una dottoressa che normalmente usa un’apparecchiatura per vedere la rispondenza dei vari organi e apparati e lo stato infiammatorio generale. Quando la dottoressa ha visto le matrici ha voluto esaminarle per vedere come agivano e che risposta dava il corpo usandole e le ha confermato che stavano lavorando bene. Ha voluto controllare la risposta data da differenti matrici anche più avanti in visite successive e ha riscontrato che anche il Vega test e le altre apparecchiature che usa confermavano il loro lavoro positivo.

COME SONO NATE?

Sono una insegnante e consulente di ThetaHealing® certificata per circa 11 differenti seminari al momento, e le matrici sono nate, nella forma in cui sono ora,come strumento che mi servisse per fare in modo che i miei studenti e clienti potessero avere qualcosa che lavorasse 24h su 24tra una seduta e l’altra o tra un corso e l’altro per sgrossare le tematiche principali così che le sedute individuali diventassero sempre più mirate e con risultati più veloci.

Volevo uno ‘strumento automatico’ che lavorasse costantemente per alleggerire le tematiche più grandi e ‘di contorno’ e fare in modo che gli scavi, o il lavoro energetico generale fatto anche con altre tecniche, diventasse sempre più incisivo, mirato e con risultati stabili, proprio perché intanto si continua a lavorare in modo ‘automatico’ con combinazioni differenti di matrici, in base al bisogno e agli obbiettivi della persona.

E’ NECESSARIO FARE THETAHEALING® PER POTERLE USARE?

Assolutamente no. Non interferiscano ne bloccano nessun altro lavoro energetico e sono diventate così forti che, da tre anni, anche le persone che non lavorano con altre tecniche, o non lavorano sulle convinzioni limitanti, hanno grandi risultati. 

Il lavoro di scavo abbinato, oppure altre modalità di lavoro su di sé , permettono di accelerare ancora di più i risultati.

Matrici terapeutiche per uso personale

COME SI USANO?

Per farle lavorare nel modo migliore, come in tutte le cose vanno usate seguendo delle semplici istruzioni, seguendo dei passi precisi:

Intanto si lavora con due o tre matrici per volta, ogni abbinamento lavora su molte più tematiche che la matrice singola e si è ormai visto che è il modo più corretto.

Per ‘lavora’ intendo che si tengono semplicemente addosso. 

La grandezza delle matrici che chiamo TERAPEUTICHE, di forma tonda, è quella ottimale per lavorare su tutta la persona.

Esistono poi anche matrici per ambiente, ottime per la casa, i negozi e i centri olistici, ma vengono usate anche per le aziende, di forma rettangolare che vanno a rafforzare quelle terapeutiche e riescono ad influire su una superficie di circa 200mq.

SI LAVORA SEMPLICEMENTE TENENDOLE NEL PROPRIO CAMPO ENERGETICO:   indossandone una coppia: in tasca, libere nella maglia, nel reggiseno, ma ovunque sia addosso e sia comodo va bene. E’ anche possibile, se si è più comodi, usare delle piccole tracolle, che ci sono anche a poco prezzo, sia per donne che per uomini, o le tracolle porta cellulari.

Non hanno bisogno di stare a contatto con la pelle, ma si può farlo quando se ne vuole intensificare il lavoro, anche durante la meditazione o semplicemente quando siamo seduti e guardiamo la tv o leggiamo, non è fondamentale e non sostituisce il tenerle addosso, ma può servire per riequilibrarci energeticamente, ricaricarci se siano in calo energetico e spesso anche per far passare mal di testa e dolori.  

Nel lavoro quotidiano tenerle in borsa non è la stessa cosa, a meno che non sia una piccola tracolla che non ci togliamo ma che rimane aderente al corpo. Poi la notte la stessa coppia, o combinazione di matrici che si sta usando, si mette ovunque nel letto, dove tra l’altro agirà e lavorerà anche su chi dorme con noi.

Ogni 15 giorni circa se ne sostituisce una della combinazione, oppure si toglieranno per un paio di giorni per fare in modo che il nostro campo energetico non si ‘abitui’ a quell’energia e lavoro, credendole qualcosa di proprio. Facendo questo stop, andremo a rompere l’equilibrio che si è creato e il nostro campo energetico, non potendo più adagiarsi su quell’energia, farà riprendere il lavoro a pieno ritmo della nuova combinazione che andremo ad usare, basta sostituire o togliere anche una sola matrice.

Una differente combinazione di matrici permetterà di andare a lavorare su tantissime tematiche differenti, e man mano cambiando i vari abbinamenti e ogni tanto aggiungendone qualcuna, come fosse una seduta in più che andiamo a fare, ci permetterà di ‘sbloccare’ il lavoro su tante altre tematiche.

COME SI COMINCIA?

Ci sono delle matrici con cui è meglio iniziare, perché è come se ‘aprissero’ al lavoro delle altre. Come una scala o un cammino, non cominciamo da metà ma costruiamo delle fondamenta perché i risultati possano poi basarsi su qualcosa di solido e proseguire.

Se noi non avessimo blocchi inconsci rispetto, ad esempio all’abbondanza economica, oppure alla nostra anima gemella oppure un maggiore successo in quello che intraprendiamo, avremmo già quello che stiamo cercando, i nostri blocchi inconsci sono in realtà protezioni anche contro a cose che desideriamo e vogliamo fortemente, per questo si chiamano convinzioni limitanti

Se non avessimo dei blocchi  che ci impediscono di vivere quelle cose appunto avremmo già più soldi ad esempio o il lavoro dei nostri sogni. Invece a volte non ci sentiamo al sicuro su questo piano di Esistenza, sulla terra. Non accettiamo pienamente il piano materiale, oppure ci mettiamo limiti, per quello che abbiamo vissuto, non crediamo più di riuscire a fare certe cose.

È qui che cominciano ad agire e lavorare le matrici, facendoci lavorare su queste programmazioni inconsce.

All’inizio è bene non mettere intenti particolari, ma lasciare che sia la nostra anima che sceglie le cose che ritiene più urgenti e su cosa è meglio lavorare, così non limitiamo noi il lavoro, con la nostra visuale, che è ristretta dalle nostre programmazioni inconsce.

QUANTE SONO LE MATRICI?

Al momento ci sono 12 matrici nel Set di Manifestazione più le matrici dei chakra, i nostri centri energetici, sia i 7 principali che quelli estesi che li fanno arrivare a 12 in totale. 

Non c’è bisogno di avere tutte le matrici ma ognuna è come un passo per fare in modo che tutte le altre lavorino e che i risultati siano sempre più concreti e importanti, ma è come un percorso di crescita e miglioramento continuo. Man mano sarà possibile stabilire cosa ci sta bloccando e che cosa ci hanno fatto elaborare per capire come procedere con una nuova combinazione.

Per questo si può iniziare da un paio e poi man mano vedere come serve procedere per andare oltre quello che già stiamo vedendo come cambiamento, ci sono combinazioni che aiutano quando ci sentiamo bloccati ad esempio, oppure quando vediamo che i risultati rallentano

Così come, ad esempio, a volte si usano certe combinazioni perché stiamo vedendo molti risultati e ci sentiamo sotto pressione e ci viene ansia, che è sempre contraria rispetto al poter creare quello che desideriamo e avere risultati e per questo è bene calmare il nostro sistema di convinzioni lavorando con matrici che ci danno un senso di sicurezza e ci preparano così al poter andare oltre i nostri limiti e aprirci alle nuove possibilità.

Per questo ogni matrice si può considerare anche come uno step che va ad aiutare le altre matrici a lavorare e ci porta sempre più nel profondo e a vedere risultati sempre maggiori. Un set da 3 o 4 matrici è un ottimo inizio e permette di lavorare su una moltitudine di tematiche e combinazioni.

QUANTE MATRICI SI POSSONO USARE INSIEME?

l numero ottimale è di 2 o 3 matrici, in alcuni casi è possibile usarne una combinazione da 3 o 4, specie quando una di queste è Rescue, che serve, tra le altre cose, per amplificare il lavoro delle altre matrici che stiamo usando, Truth che serve per sbloccare e togliere i traumi, Luce che serve per le difficoltà oppure 1 Chakra o Tantra, che servono per calmare ansie, paure e sistemi di convinzioni ‘in rivolta’.

E’ un sistema in evoluzione, che io stessa sto comprendendo sempre di più, grazie ai feedback, l’uso quotidiano e la continua ricerca e sperimentazione. Fino a non tanto tempo fa vi avrei detto che era un bene non usarne più di 2 o 3 massimo insieme per non ‘diluire’ il lavoro, mi sembrava che più matrici ci avrebbero sicuramente fatto lavorare maggiormente ma che diventasse un lavoro così complesso che si poteva tardare a vedere risultati. Le cose sono cambiate, non so se perché sono cambiate le matrici, ma più verosimilmente la frequenza del pianeta e di conseguenza anche delle persone, si sta sempre di più alzando e questo porta benefici e cambiamenti anche nell’uso delle matrici, si può tranquillamente lavorare con combinazioni di 4 matrici, indossate insieme, senza che questo diluisca il lavoro o rallenti il vedere risultati.

Un discorso a parte sono le matrici del Set dei Chakra, che si possono tranquillamente affiancare alla coppia di matrici che stiamo usando, e che vanno invece a rafforzare il lavoro. Per saperne di più sulle differenze di tipo di lavoro vedere qui

La più usata è la matrice del Primo Chakra, che serve tantissimo sia a farci uscire dalla sopravvivenza e dal bisogno, costruendo una base solida per l’accettazione del piano materiale, che invece per andare a calmare ansia, preoccupazioni, forte stress e così permettere alle altre matrici di lavorare al meglio.

MATRICI E THETAHEALING®

Chi fa Thetahealing vedrà che per le convinzioni più grosse avrà più consapevolezza, verranno in mente i programmi che ancora le matrici non stanno trasformando e riprogrammando e così, volendo, ci si potrà lavorare con uno scavo per accelerare il lavoro e vedranno grandissimi risultati, ma anche chi non sa farlo sta ottenendo ottimi risultati, ci vorrà solo più tempo, infatti i programmi e le convinzioni limitanti di cui prendiamo consapevolezza vengono man mano trasformati dalle matrici, solo non sarà un lavoro immediato come in una seduta di scavo o di Sacred Alchemy.  In più se si è di fretta si possono anche fare elenchi di programmi scrivendoli, metterci sopra le matrici e vedere che quando li testeremo nuovamente, anche solo il giorno dopo,  non ci saranno più. Rimarranno solo le tematiche veramente grandi che hanno bisogno di scavo, consiglio di farsi gli inserimenti in ogni caso per rifinire il lavoro.

QUALI SONO LE MATRICI DA CUI E’ MEGLIO INIZIARE?

La cosa migliore è una qualsiasi combinazione delle matrici PIRAMIDE DORATA, FAITH, RESCUE, LUCE, TRUTH ma é un discorso sempre altamente personale che dipende dalle tematiche su cui si vuole lavorare e dalle proprie esperienze di vita, in ogni caso con una lettura energetica sarà possibile stabilire la combinazione più giusta per noi, la combinazione infatti sarà quella che creerà una sorta di personalizzazione al lavoro in modo che sia altamente specifico in base a quello che siamo e su cui dobbiamo lavorare.

Per ogni persona, in base alle tematiche su cui vuole lavorare, e alla propria storia personale, si può trovare la combinazione più giusta e specifica e per orientarsi al meglio tra tutto è possibile richiedere un consulto gratuito, assolutamente senza impegno, per meglio personalizzare la combinazione.

E’ possibile richiedere il consulto via Whatsapp o Telegram, preferibilmente attraverso un vocale, per rendere la lettura più efficace, dove mi si dice qualcosa di sé e delle tematiche su cui si vuole lavorare, , al numero 335 6786740, le matrici vengono poi spedite ovunque.

BREVE DESCRIZIONE di tutte le matrici del SET DI MANIFESTAZIONE

PIRAMIDE DORATA (matrice viola)  

PROTEZIONE TOTALE armonizzazione con il mondo e con gli altri, per sentirci al sicuro sulla terra e tra le persone e accettare così pienamente la nostra natura umana, potendoci incarnare e vivere nella gioia il piano materiale, senza rifiutare l’abbondanza e la gioia. Accettare la vita al nostro piano di esistenza. Lavora sulle paure, il senso di abbandono e di perdita e il lutto. E’ la prima e la più importate che apre il lavoro di tutte le altre ma ci apre anche nell’accettazione del mondo e di quello che possiamo realizzare qui.

(clicca qui per la descrizione completa)

LOVE (matrice rosa/magenta) 

IMPARARE A RICEVERE, lavora sull’accettazione di noi stessi e l’amore verso se stessi, ci aiuti a trasformare ed elaborare rabbia, rancore e risentimento che bloccano la nostra capacita di ricevere.

(clicca qui per la descrizione completa)

SPAZIO TEMPO (matrice verde)

TROVARE IL NOSTRO POSTO NEL MONDO, la nostra strada ed esprimere la nostra verità, sentendoci degni e meritevoli di occupare il nostro posto e di seguire il nostro intento divino. Serve anche per aprirci a nuovi progetti e obbiettivi e trovare la strada per poterli realizzare

(clicca qui per la descrizione completa)

FAITH (matrice di colore turchese)

TUTTO E’ POSSIBILE – ANDARE OLTRE I NOSTRI LIMITI, ritrovare fede e fiducia in noi stessi, nella vita, nell’intera Esistenza e nell’aiuto e sostegno che può darci. Insieme a Piramide è la matrice che apre al vero cambiamento. 

(clicca qui per la descrizione completa)

RESCUE (matrice chiara)

amplifica il lavoro di ogni matrice a cui viene affiancata, è quella che ‘apre’ al lavoro successivo e ci permette di trovare in noi tutte le risposte e di attrarre tutte le soluzioni possibili. E’ anche la matrice più ‘materna’ che ci sostiene quando abbiamo bisogno. È la rescue per rimetterci in piedi sia nell’emergenza che nei periodi più difficili e stressanti. E invece ‘normalmente’ per lavorare sul riavere progetti e quando ci sembra tutto nero e triste e buio. Una rescue per riportare la luce in noi e nel nostro quotidiano.

GRATITUDE (matrice arancio chiaro)

ANDARE OLTRE I BLOCCHI, GLI OSTACOLI E GLI SCHEMI FAMILIARI, per liberarci da tutte quelle programmazioni che ci derivano dal genetico, dall’inconscio collettivo e dagli insegnamenti religiosi legati alla glorificazione della sofferenza, del dolore e della difficoltà. Lavora sui traumi e i traumi profondi. Si aggiunge come matrice secondaria quando si fatica a vedere risultati.

SACRED GOLD (matrice oro)

TUTTO E’ SACRO, GUARIGIONE DEL CONFLITTO E DELLA RELAZIONE, la matrice che aiuta a concretizzare i risultati e a far comprendere i passi reali perché le cose si manifestino nel qui e ora.

(clicca qui per la descrizione completa)

THRIVE, PROSPERA! (matrice rossa)

IL MOLTIPLICATORE DI RISULTATI, dal seme otteniamo la foresta. La matrice che ci guida dalle difficoltà fino alla risoluzione, una guida che ci accompagna facendoci riconoscere il nostro cammino.

LUCE (matrice azzurro chiarissimo)

Alzare la frequenza, riportare luce e nutrimento in noi per ritrovare giocosità e accedere così al nostro potenziale magico, prendere consapevolezza dello spirito di natura e dei Deva della terra per ricordarci come accedere alla nostra potenza e usarla per creare, ricordandoci come nutrire la nostra connessione con la forza Creatrice e la grazia di poterla usare che ci è stata concessa. Trasformare il negativo e la paura in noi per superare i nostri ostacoli, avendo fiducia di scoprire chi siamo veramente e staccarci dalla paura di vedere chi siamo veramente per rimanere attaccati al passato, a quello che ci distrugge e all’immagine che abbiamo di noi. 

TRUTH – VERITA’ (matrice verde scuro)

Accettare e comprendere che il cambiamento può essere positivo e fa parte della vita, senza cambiamento non esiste miglioramento. Lavora su tutte quelle programmazioni che ci fanno mettere blocchi al cambiamento perché lo riteniamo pericoloso, perché lo associamo alla perdita, come il lasciare andare. Lavora sui vari livelli differenti del lasciare andare. Lavora per farci accettare di rilasciare e staccarci da tutte quelle situazioni che ci fanno stare male e a cui siamo ancora attaccati, a volte con accanimento, anche se si tratta di dolore.Una matrice per imparare a lasciare andare. Per agevolare il cambiamento e programmarci a non sentirlo più come qualcosa di pericoloso, di minaccioso o come un lutto. Il processo di trasformazione della vita, prendere consapevolezza di quello che sta avvenendo e di cosa non ci appartiene più per lasciarlo andare e non portarcelo più addosso, come un ingombrante bagaglio che ci ostacola il cammino e le scelte. Quando impariamo a lasciare andare ciò che è stato troviamo un nuovo spazio, una nuova direzione e una nuova luce dentro di noi che ci porta la nostra verità.

(clicca qui per la descrizione completa)

MAGDALENE (matrice gialla)

Il Sacro Femminino. La Madre e il rapporto con la nostra madre cosmica ma anche con la nostra madre fisica, il nutrimento, la capacità ad accettare abbondanza e sostegno dall’Universo e dagli altri, il sostegno divino, approfondimento del lavoro sull’amore di sé, l’accettazione personale e il proprio valore. Il lavoro su quello che ci sta limitando e impedendo di crescere e riconoscere il nostro valore ma anche il lavoro sul limitarci e permettere agli altri di limitarci e metterci ostacoli. La nostra visibilità e l’annullamento di sé stessi se ci si prende cura degli altri, il mettersi al servizio nella sua forma distorta e limitante.

TANTRA (matrice rossa)

Il Godimento della vita, la sperimentazione del piano fisico attraverso la gioia e i sensi fisici. Il Padre e il rapporto con il nostro padre cosmico ma anche con il nostro padre fisico. Il sostegno. Il lavoro sul sacrificio di sé.