Doverci difendere

Delle convinzioni molto limitanti, che possono influire pesantemente sulla nostra vita, sono legate al doversi difendere. Come fosse qualcosa a cui siamo obbligati. Questo ci limita moltissimo, ci chiude al mondo, chiude le nostre opportunità ma anche la nostra abbondanza, anche finanziaria. 

Se sentiamo, per una qualsiasi ragione, di doverci difendere, e magari di ‘ragioni’ ne troviamo tante, a causa quasi sicuramente di esperienze che abbiamo fatto, abbiamo bisogno innanzitutto di lavorare sui traumi che queste esperienze hanno lasciato, per capire a cosa ci serve trattenere questi traumi in noi, e poterli poi chiudere e rilasciare. 

Più ci chiudiamo verso gli altri e verso il mondo più ci diventa impossibile cambiare la nostra realtà, ci stiamo sabotando pensando magari di avere anche ragione e di ‘essere costretti a farlo’ dalle circostanze, ma sono circostanze che stiamo creando noi 

Sentire di doverci difendere è una richiesta inconscia all’Esistenza in cui chiediamo di essere attaccati, chiediamo che ci vengano mandati nemici da cui guardarci e da combattere. Significa scegliere di stare nella NON fiducia e richiedere questo genere di esperienza. 

È una richiesta inconscia in cui chiediamo persone che ci possano attaccare, criticare, combattere, che ci possano ‘tradire’ e portarci via qualcosa. È quello che ci aspettiamo e siamo bravissimi a manifestare, perché siamo convinti che quello che è successo in passato si ripeterà, ne siamo così convinti che ci investiamo tantissima energia e pensieri ricorrenti e così lo continuiamo a tenere nella nostra quotidianità. 

Lavoro con varie persone che vivono queste tematiche, che tra l’altro riguardano molto anche il senso valore personale e l’amore verso se stessi, la fiducia in sé e nelle proprie capacità. Perché spesso metteremo in dubbio le nostre capacità, sabotandoci ancora di più, e permettendo agli altri di ignorare i nostri diritti, di non riconoscere il nostro valore e di esserci ‘nemici’

In più così facendo ‘indeboliremo’ il nostro campo energetico, permettendo al nostro campo aurico di essere pieno di convinzioni di chi ci attacca, critica o manca di rispetto, e le crederemo nostre, magari sprecando anche tempo scavandole o lavorandoci. 

La combinazione più adatta per lavorare su tutto questo è con le matrici PIRAMIDE, LOVE e RESCUE. 

Rescue andrà ad ‘attivare’ e amplificare il lavoro delle altre matrici, permettendoci al tempo stesso di richiamare a noi tutte le possibili risposte e soluzioni per uscire da tutto questo. 

Piramide ci farà sentire al sicuro, dandoci un senso di protezione, ma per AMPLIAMENTO del nostro campo energetico e non per chiusura, e al tempo stesso ci aiuterà a armonizzarci ad un livello differente con il mondo e con gli altri. 

Love è in assoluto la matrice per lavorare sull’amore di sé, sull’imparare a ricevere, ma in questo caso lavorerà sulla relazione con noi stessi e sulla relazione con gli altri

Se vogliamo lavorare anche sul trauma con le matrici sarà utile anche Truth, che lavora, tra le altre cose anche sui traumi profondi. Così come sarà possibile usare Sacred Gold sia per ampliare l’abbondanza economica che lavorare sul riconoscimento del proprio valore.

Se invece non abbiamo più fiducia in niente e nessuno oltre a Piramide, Love e Rescue andrà molto bene lavorare anche con Faith